Ruba una borsetta e scappa con la refurtiva: carte di credito, documenti e un I-Phone

Ultimi articoli
Newsletter

Bologna | In manette un 51enne tunisino che aveva tentato la fuga Tra la folla

Ruba una borsetta e scappa con la refurtiva:
carte di credito, documenti e un I-Phone

Le grida di una studentessa pescarese han fatto recuperare una borsa
con tutti gli effetti personali. Il fatto è accaduto in piazza Verdi

Redazione Online

I carabinieri di Bologna durante un pattugliamento notturno
I carabinieri di Bologna durante un pattugliamento notturno

BOLOGNA | Un tunisino è stato arrestato dai carabinieri di Bologna per aver rubato una borsa ad una studentessa di Pescara. La ragazza si trovava in piazza Verdi e aveva lasciato per qualche momento incautamente incustodita una borsa con gli effetti personali. Il tunisino, Chokri Jeddou, di 51 anni, residente a Bologna con regolare permesso, attorno all’una di questa notte, approfittando del momento di confusione ha sottratto la borsetta della ragazza portandola via dal tavolino dov’era appoggiata.

VIA TRA LA FOLLA | Il tunisino ha approfittato del momento di confusione, dal momento che lì vicino era presente una piccola folla di avventori che occupavano la piazza, per mischiarsi fra la gente nel tentativo di non essere più visto e sparire con la piccola refurtiva. Fatto sta che la ragazza si è accorta subito e ha cominciato a gridare richiamando l’attenzione di carabinieri (della stazione di Bologna Bertalia e del quinto Reggimento Emilia Romagna) e polizia municipale che si trovavano di lì a poco in servizio. In breve tempo i carabinieri hanno recuperato la borsa della ragazza all’interno della quale c’erano documenti, carte di credito e un telefonino, un I-Phone, che nel frattempo il tunisino aveva messo in tasca prendendolo dall’interno della borsa. Il tutto è stato recuperato e dopo essersi accertati che non mancasse nulla, il tunisino, già noto alle forze dell’ordine, è stato arrestato e tradotto in carcere a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Domenica 7 ottobre 2012

© Riproduzione riservata

861 visualizzazioni

Commenti
Lascia un commento

Nome:

Indirizzo email:

Sito web:

Il tuo indirizzo email è richiesto ma non verrà reso pubblico.

Commento: